1. IL GRUPPO DI PERSONE CHE PREGANO

Singole persone o famiglie possono creare una MARGHERITA. L’importante è che in ogni giorno della settimana qualcuno preghi per un determinato sacerdote. Il simbolo dell’Apostolato MARGEHRITA è il fiore dai sette petali che simboleggiano i sette giorni della settimana. Nel centro del fiore viene scritto il nome e cognome del sacerdote mentre sui sette petali si inseriscono i nomi e cognomi delle sette persone (o i cognomi delle famiglie), che fanno a Dio il voto della preghiera a vita – ogni persona (o famiglia) in un giorno prefissato della settimana prega per un determinato sacerdote.

2. PREGHIERA

Sette persone unite nell’offrire un giorno per un Sacerdote scelgono la forma della preghiera più conveniente per loro e la continuano per tutta la loro vita, anche dopo la sua morte. Lasciando la libertà per la scelta della preghiera, proponiamo:

:: La preghiera per la Chiesa e per i Sacerdoti della S. Faustina Kowalska (Diario di Santa Faustina 1052) + Coroncina alla Divina Misericordia.

O mio Gesù, Ti prego per tutta la Chiesa, concedile l’amore e la luce del Tuo Spirito, da’ vigore alle parole dei sacerdoti, in modo che i cuori induriti si inteneriscano e ritornino a Te, Signore. O Signore, dacci santi sacerdoti; Tu stesso conservali nella santità. O Divino e Sommo Sacerdote, la potenza della Tua Misericordia li accompagni ovunque e li difenda dalle insidie e dai lacci del diavolo, che egli tende continuamente alle anime dei sacerdoti. La potenza della Tua Misericordia, o Signore, spezzi ed annienti tutto ciò che può oscurare la santità dei sacerdoti, poiché Tu puoi tutto. Amen.

:: La preghiera per i Sacerdoti redatta sulla base della preghiera del papa Paolo VI, tratta dall’Agenda Liturgica della Diocesi di Opole (Opole 1981,  p. 215) + Coroncina della pace di Medjugorje - "Credo" e 7 volte ("Padre nostro", "Ave Maria", "Gloria al Padre").

O Gesù, divino Pastore, che hai chiamato gli Apostoli per farne pescatori di uomini, Tu che hai attratto a Te il padre … (il nome del sacerdote)… rendilo il Tuo ardente seguace e servitore. Fa sì che condivida con Te il desiderio di salvezza universale   per la quale su tutti gli altari rendi presente il Tuo Sacrificio. Tu, o Signore , che vivi in secoli per intercedere per il Tuo popolo, dischiudi davanti a Lui i nuovi orizzonti perchè riconosca il mondo assettato di luce di verità e amore; che sia il sale della terra e luce del mondo. Fortificalo con il tuo potere e benedicagli. Santo … (il nome del patrono) di cui porta il nome il padre … (il nome del sacerdote) …alla Tua speciale protezione io  lo affido oggi. Ti prego di intercedere per lui davanti a Dio e di soccorrerlo nei bisogni. Fa sì che resta fedele a Dio e operi fruttuosamente per la Sua maggiore Gloria. Maria, proteggilo da ogni male. Amen.


 

Si consiglia che le preghiere non siano troppo impegnative in quanto questo potrebbe condurre allo scorraggiamento ed abbandonamento dell’Apostolato. Conta la perseveranza e fedeltà al voto che si è fatto.Ovviamente al posto delle suddette preghiere si puó offrire per esempio una decina del Santo Rosario, una litania o qualsiasi altra preghiera che tutte le sette persone se la concordano e recitano. Si raccomanda comunque la Coroncina della Pace di Medjugorje, perché è proprio lì che si è sviluppato il detto Apostolato. Questa Coroncina è una vecchia preghiera francescana in onore delle 7 gioie o dolori della Madonna. La Santa Vergine chiede di recitare questa vecchia preghiera usata dai croati perché essi sono stati cresciuti dai padri Francescani e grazie a loro la fede si è conservata sotto l’occupazione turca. La Coroncina puó essere recitata anche in modo introdotto dagli americani, cioè: le prime tre triadi si recitano nell’intenzione della vittoria della Madonna nel servizio di un particolare sacerdote, le tre successive – nell’intenzione di sconfiggere il satana, la settima per il trionfo del Cuore Immacolato di Maria e per la pace nel mondo. Ognuna delle sette triadi puó essere associata alla preghiera per il rinnovo delle sette doni dello Spirito Santo (scienza, intelletto, consiglio, fortezza, sapienza, pietà e timor di Dio), perché l’Immacolata desidera immergere i sacerdoti nella forza dello Spirito Santo. In alcuni Gruppi i singoli giorni della settimana sono associati ai particolari doni dello Spirito Santo. In questo caso ciascuna delle sette persone a forza di pregare ottiene per il sacerdote un dono particolare dello Spirito Santo, ascritto a un definito giorno della settimana.

Note:

A) La stessa persona, se allarga il suo cuore all’amore di Dio, puó appartenere a più MARGHERITE, per esempio per i sette sacerdoti –ciascuno per un giorno della settimana. C’è anche la possibilità di moltiplicare il numero dei sacerdoti e di abbracciarne più con la preghiera di intercessione nello stesso giorno della settimana ma in questo caso bisogna recitare la prescritta preghiera separatamente per ognuno di loro.

B) Una volta fato il voto le sette persone non sono ovviamente obbligate a riunirsi tutte assieme per la preghiera. Ognuno prega laddove vive o attualmente si trova.

3. IL VOTO

Il gruppo di sette persone fa il voto a vita per la preghiera, cioè fino alla fine della vita. Se una persona muore prima di un particolare sacerdote, ed è possibile di sostituirla con un’altra, lo si può fare. Se tale possibilità non ci sarà, allora la persona che aveva fatto il voto se la porta con sé l’obbligo della preghiera di intercessione anche dopo la morte (nel cielo o nel purgatorio – a titolo della comunione dei santi), affinché tutti giungano felicemente alle porte del cielo.Qualora il sacerdote morisse prima, non smettiamo di pregare per lui perché non sapiamo se è nel cielo o nel purgatorio, dove avrà bisogno della nostra intercessione. Crediamo che Dio nella Sua misericordia farà uso di ogni preghiera alzata per i sacerdoti e permetterà di partecipare allo scambio dei beni spirituali tra le sette persone e il loro sacerdote.

Ogni giorno è buono per fare il voto, comunque è consigliabile farlo la domenica o un altro giorno di festa ecclesiale, o all’occasione di un altro incontro, per esempio per via del ritiro. Se possible, il gruppo di sette persone partecipa alla Santa Messa e dopo la Santa Comunione fa il voto utilizzando tale formula:

"Al giorno d’oggi io .................................., in qualità di membro dell’Apostolato MARGHERITA, prometto solennemente pregare a vita nell’intenzione di don ........................................ Così mi aiuti Dio uno nella Trinità, Maria Regina della Pace e tutti i santi. Amen."

È bene fare il voto davanti al Santissimo Sacramento esposto, a voce alta o piano dentro al cuore, insieme o in modo separato. Contemporaneamente si può mettere la mano sinistra sul cuore e la destra alzarla come per il voto. La questione la più importante è di farlo in piena libertà del cuore e in uno stato della grazia. È consigliabile che durante questo rito del voto siano presenti – per quanto possibile – i sacerdoti menzionati, ai quali bisogna dare come ricordo una MARGHERITA, cioè preferibilmente una fatta da sé stessi (per esempio un ricamo, foglio, 7 panini uniti l’uno all’altro, ecc. secondo la propria creatività), un ricordo in forma di un fiore in cornice con i nomi dei preganti. Qualora uno di loro possa allora celebrare la Santa Messa, la offra per la sua MARGHERITA o almeno includa i voti che sono stati fatti nel Sacrificio Eucaristico del Cristo.

In alcune situazioni non ci sarà possibile organizzare il voto fatto da tutte le sette persone insieme, per esempio quando il Gruppo è disperso in diverse zone del Paese o del mondo. In tale caso la persona che organizza la MARGHERITA dà a tutti gli interessati l’appuntamento di fare in un giorno prestabilito, personalmente, nel luogo del loro soggiornamento, un voto a Dio e Maria, e di cominciare la preghiera. Qualora esistesse la possibilità di incontro per le sette persone, allora si può rinnovare insieme il voto.

4. IL DONO TRASMESSO AGLI ALTRI

Il Dio spinge alcune persone ad aderire in modo attivo alla divulgazione di questo tipo di apostolato. La persona che desidera formare una MARGHERITA raccoglie un gruppo di sette persone, come un fiore simbolico attorno a un sacerdote avvolto dalla preghiera (per esempio un parroco, un vicario, un sacerdote che vive qualche difficoltà, che ci ha chiesto la preghiera o a chi dobbiamo una particolare riconoscenza). È consigliabile invitare Maria a guidare non solo la scelta di persone ma tutta questa attività apostolica perché è un’opera Sua.

Si deve con il proprio esempio invogliare ad aderire a questo apostolato, informando parenti e amici delle regole sopra presentate,di preferenza distribuendogli delle fotocopie del presente testo. Pusillanimi, paurosi, dubitanti delle proprie capacità, vanno incorragiati a mettere la propria fiducia in Dio il quale non rifiuta l’aiuto necessario a restare fedeli al voto che si è fatto.

Il segno esterno dell’adesione a questo apostolato è il recevimento dello stampato con il testo della preghiera per il sacerdote. È consigliabile che tutte le persone impegnate in questo apostolato possano un giorno affidare in modo personale la MARGHERITA alla Madonna recandosi in pellegrinaggio a Medjugorje, ossia che lo facciano formulando intenzioni tramite il sito www.medjugorje.org.pl (affinché nel luogo di apparizioni la Madonna benedica gli impegni assunti).